Castello di Piovera: Storia, Arte e Natura in Piemonte (AL)
Sposarsi al Castello di Piovera

Sposarsi al Castello...

...per rendere unico il tuo matrimonio...per la cura dei dettagli...per realizzare la tua favola
Eventi per tutta la famiglia al Castello di Piovera

Eventi da non perdere

Favolare Festival del FantasyBenessere al CastelloFesta dell'AgricolturaEsposizione caninaConcerti, mostre d'arte, eventi sportivi, raduni…
Attività didattiche per scuole di ogni grado al Castello di Piovera

Laboratori didattici per le scuole

Laboratorio artisticoPercorsi sensoriali e ludiciGli antichi mestieriLaboratorio di cucinaFattoria didattica
Viaggio nel tempo tra natura e arte al Castello di Piovera

Sorprendenti musei da scoprire

Il CastelloMuseo degli antichi mestieriMuseo delle Radici

IL CASTELLO DI PIOVERA

Sorto su preesistenze medioevali nel 1300, il castello diviene fortezza per mano dei Visconti di Milano. Proprietà dei Balbi di Genova dal XVII secolo viene trasformato in residenza dagli stessi alla fine del 1800.

Oggi proprietà del conte Niccolò Calvi di Bergolo che lo ha aperto al pubblico fin dal ’72 coi suoi laboratori d’arte, visite guidate all’interno del castello e la fattoria didattica.

Tra le sue torri, i suoi merli, fossati e scuderie, la nostra residenza d’epoca ospita manifestazioni di ogni genere: matrimoni, rievocazioni storiche, raduni, concerti, mostre d’arte, eventi per tutta la famiglia.
Orari di apertura da Aprile a Ottobre consultabili sul
calendario visite.

EVENTI 2022

SEI SICURO DI RICORDARTI LE DATE DEI NOSTRI EVENTI? TI AIUTIAMO NOI! ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER:

CALENDARIO APERTURE ED EVENTI

< 2022 >
Novembre
  • 01
    01/11/2022

    Mostra: Antichi strumenti di Tortura e Pena di morte

    15:00 -18:00
    01/11/2022

    Il Castello di Piovera in collaborazione con Esposizione Criminologica Nazionale ospita nelle cantine del Castello la mostra “Antichi strumenti di Tortura e Pena di morte”.

    “Dai processi della Santa Inquisizione, ai tormenti delle torture, alla pena capitale: i tribunali medievali punivano con atroci condanne eretici, streghe, colpevoli di blasfemia o malefici.
    La mostra espone testi e documenti originali usati dal Sant’Uffizio nella persecuzione della stregoneria e gli strumenti impiegati per contrastarla.
    Una collezione che espone gogne, maschere dell’infamia, dispositivi di contenzione, un autentico palo della fustigazione e illustra svariate e particolari tecniche di condanna a morte.
    Un percorso che fa riflettere sul concetto di amministrazione della giustizia attraverso i secoli.

    Il percorso della mostra “Antichi strumenti di tortura”  illustrerà le modalità di processo degli antichi tribunali civili ed ecclesiastici e le conseguenti pene comminate a chi riconosciuto colpevole: il tormento della tortura, la carcerazione, la morte.

    Quelli che oggi consideriamo “strumenti di tortura” non erano tali per l’epoca in cui venivano utilizzati, in quanto considerati strumenti per l’amministrazione della giustizia.

    Alcuni di questi sono realmente esistiti e documentati, altri sono invenzioni più tarde, altri ancora fanno tuttora dibattere gli storici sulla loro reale esistenza e utilizzo: la mostra chiarirà questi aspetti attraverso riproduzioni e reperti originali.”

    ⏲ ORARI ⏲

    La mostra sarà visibile dalle ore 14:30 alle ore 18:00 (ultimo ingresso ore 17:30)
    ┣━ ▶ 📅 Domenica 30 Ottobre 2022
    ┣━ ▶ 📅 Lunedì 31 Ottobre 2022
    ┣━ ▶ 📅 Martedì 01 Novembre 2022
    ┣━ ▶ 📅 Domenica 06 Novembre 2022
    ┣━ ▶ 📅 Sabato 12 Novembre 2022
    ┗━ ▶ 📅 Domenica 13 Novembre 2022

    💰 COSTI 💰

    Percorso “Tra Cultura e Natura” che comprende: Accesso al Parco e alla mostra
    ┣━ ▶ 🎟 8€ adulti
    ┗━ ▶ 🎫 4€ bambini (6-12 anni)

    Percorso “Viaggio nel Tempo” che comprende: Accesso al Parco, alle collezioni del Castello e alla mostra
    ┣━ ▶ 🎟 13€ adulti
    ┗━ ▶ 🎫 7€ bambini (6-12 anni)

    Percorso “Raccontami il Castello” che comprende: Accesso al Parco, alle collezioni del Castello, visita guidata e accesso alla mostra. La visita guidata del Castello oggi è alle 15:00, 15:30, 16:00 o 16:30. (TURNI ESAURUTI)
    ┣━ ▶ 🎟 15€ adulti
    ┗━ ▶ 🎫 8€ bambini (6-12 anni)

    Dettagli: Solo per chi sceglierà il percorso “Raccontami il Castello” sarà possibile visitare eccezionalmente le antiche prigioni del Castello (trasformate in parte in cantine nel 1800) e vedere una copia originale del “Malleus Maleficarum”, il “Martello delle Streghe”, il primo trattato in latino, edito dal frate domenicano Heinrich Kramer con la collaborazione del confratello Jacob Sprenger nel 1487, con lo scopo di reprimere in Germania l’eresia, il paganesimo e la stregoneria. Diffusosi poi in tutta Europa.

    Prenotazione consigliata. Visite guidate a numero chiuso. La visita alla mostra è automa senza guida.

  • 05
    05/11/2022

    Tormentum - visita guidata notturna

    18:00 -23:30
    05/11/2022
    Castello di Piovera
    Via Balbi 2 – 15047 Piovera (AL)

    EVENTO SOLD OUT – POSTI ESAURITI IN TUTTE LE FASCE ORARIE

    “Una luce tremolante nel buio. Un canzoncina canticchiata nella testa. Pezzi di diario con strane iscrizioni trovate nelle stanze del Castello. Quali segreti nasconde la Marchesa Balbi? Cosa si nasconde nel passato della sua famiglia?”

    Venite a scoprirlo sabato 5 NOVEMBRE e non abbiate paura..

    Le nostre guide vi accompagneranno attraverso le sale del castello illuminate dalla sola luce delle candele alla ricerca dei misteri che in esse si nascondono. Una visita che vi terrà col fiato sospeso fino alla fine, tra misteriosi suoni, voci e antiche presenze..

    ⏰ ORARI ⏰

    –> 18:00 (Esaurito)

    –> 18:45 (Esaurito)

    –> 19:30 (Esaurito)

    –> 20:15 (Esaurito)

    –> 21:00 (Esaurito)

    –> 21:45 (Esaurito)

    –> 22:30 (Esaurito)

    –> 23:15 (Esaurito)

    💰 COSTI 💰

    20€ a persona (consigliato ad un pubblico adulto > 13 anni).

    ⚠️PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA. Turni a capienza limitata.

    ⛔️ Non adatto ad un pubblico di età inferiore ai 13 anni.

    BIGLIETTI IN PREVENDITA

  • 06
    06/11/2022

    Mostra: Antichi strumenti di Tortura e Pena di morte

    15:00 -18:00
    06/11/2022

    Il Castello di Piovera in collaborazione con Esposizione Criminologica Nazionale ospita nelle cantine del Castello la mostra “Antichi strumenti di Tortura e Pena di morte”.

    “Dai processi della Santa Inquisizione, ai tormenti delle torture, alla pena capitale: i tribunali medievali punivano con atroci condanne eretici, streghe, colpevoli di blasfemia o malefici.
    La mostra espone testi e documenti originali usati dal Sant’Uffizio nella persecuzione della stregoneria e gli strumenti impiegati per contrastarla.
    Una collezione che espone gogne, maschere dell’infamia, dispositivi di contenzione, un autentico palo della fustigazione e illustra svariate e particolari tecniche di condanna a morte.
    Un percorso che fa riflettere sul concetto di amministrazione della giustizia attraverso i secoli.

    Il percorso della mostra “Antichi strumenti di tortura”  illustrerà le modalità di processo degli antichi tribunali civili ed ecclesiastici e le conseguenti pene comminate a chi riconosciuto colpevole: il tormento della tortura, la carcerazione, la morte.

    Quelli che oggi consideriamo “strumenti di tortura” non erano tali per l’epoca in cui venivano utilizzati, in quanto considerati strumenti per l’amministrazione della giustizia.

    Alcuni di questi sono realmente esistiti e documentati, altri sono invenzioni più tarde, altri ancora fanno tuttora dibattere gli storici sulla loro reale esistenza e utilizzo: la mostra chiarirà questi aspetti attraverso riproduzioni e reperti originali.”

    ⏲ ORARI ⏲

    La mostra sarà visibile dalle ore 14:30 alle ore 18:00
    ┣━ ▶ 📅 Domenica 30 Ottobre 2022
    ┣━ ▶ 📅 Lunedì 31 Ottobre 2022
    ┣━ ▶ 📅 Martedì 01 Novembre 2022
    ┣━ ▶ 📅 Domenica 06 Novembre 2022
    ┣━ ▶ 📅 Sabato 12 Novembre 2022
    ┗━ ▶ 📅 Domenica 13 Novembre 2022

    💰 COSTI 💰

    Percorso “Tra Cultura e Natura” che comprende: Accesso al Parco e alla mostra
    ┣━ ▶ 🎟 8€ adulti
    ┗━ ▶ 🎫 4€ bambini (6-12 anni)

    Percorso “Viaggio nel Tempo” che comprende: Accesso al Parco, alle collezioni del Castello e alla mostra
    ┣━ ▶ 🎟 13€ adulti
    ┗━ ▶ 🎫 7€ bambini (6-12 anni)

    Percorso “Raccontami il Castello” che comprende: Accesso al Parco, alle collezioni del Castello, visita guidata e accesso alla mostra. L’orario delle visite guidate è alle ore 15:00 – 15:30 – 16:00 – 16:30
    ┣━ ▶ 🎟 15€ adulti
    ┗━ ▶ 🎫 8€ bambini (6-12 anni)

    Dettagli: Solo per chi sceglierà il percorso “Raccontami il Castello” sarà possibile visitare eccezionalmente le antiche prigioni del Castello (trasformate in parte in cantine nel 1800) e vedere una copia originale del “Malleus Maleficarum”, il “Martello delle Streghe”, il primo trattato in latino, edito dal frate domenicano Heinrich Kramer con la collaborazione del confratello Jacob Sprenger nel 1487, con lo scopo di reprimere in Germania l’eresia, il paganesimo e la stregoneria. Diffusosi poi in tutta Europa.

    Prenotazione consigliata. Visite guidate a numero chiuso. La visita alla mostra sarà autonoma senza la guida.

  • 12
    12/11/2022

    Mostra: Antichi strumenti di Tortura e Pena di morte

    15:00 -18:00
    12/11/2022

    Il Castello di Piovera in collaborazione con Esposizione Criminologica Nazionale ospita nelle cantine del Castello la mostra “Antichi strumenti di Tortura e Pena di morte”.

    “Dai processi della Santa Inquisizione, ai tormenti delle torture, alla pena capitale: i tribunali medievali punivano con atroci condanne eretici, streghe, colpevoli di blasfemia o malefici.
    La mostra espone testi e documenti originali usati dal Sant’Uffizio nella persecuzione della stregoneria e gli strumenti impiegati per contrastarla.
    Una collezione che espone gogne, maschere dell’infamia, dispositivi di contenzione, un autentico palo della fustigazione e illustra svariate e particolari tecniche di condanna a morte.
    Un percorso che fa riflettere sul concetto di amministrazione della giustizia attraverso i secoli.

    Il percorso della mostra “Antichi strumenti di tortura”  illustrerà le modalità di processo degli antichi tribunali civili ed ecclesiastici e le conseguenti pene comminate a chi riconosciuto colpevole: il tormento della tortura, la carcerazione, la morte.

    Quelli che oggi consideriamo “strumenti di tortura” non erano tali per l’epoca in cui venivano utilizzati, in quanto considerati strumenti per l’amministrazione della giustizia.

    Alcuni di questi sono realmente esistiti e documentati, altri sono invenzioni più tarde, altri ancora fanno tuttora dibattere gli storici sulla loro reale esistenza e utilizzo: la mostra chiarirà questi aspetti attraverso riproduzioni e reperti originali.”

    ⏲ ORARI ⏲

    La mostra sarà visibile dalle ore 14:30 alle ore 18:00 (ultimo ingresso ore 17:30)
    ┣━ ▶ 📅 Domenica 30 Ottobre 2022
    ┣━ ▶ 📅 Lunedì 31 Ottobre 2022
    ┣━ ▶ 📅 Martedì 01 Novembre 2022
    ┣━ ▶ 📅 Domenica 06 Novembre 2022
    ┣━ ▶ 📅 Sabato 12 Novembre 2022
    ┗━ ▶ 📅 Domenica 13 Novembre 2022

    💰 COSTI 💰

    Percorso “Tra Cultura e Natura” che comprende: Accesso al Parco e alla mostra
    ┣━ ▶ 🎟 8€ adulti
    ┗━ ▶ 🎫 4€ bambini (6-12 anni)

    Percorso “Viaggio nel Tempo” che comprende: Accesso al Parco, alle collezioni del Castello e alla mostra
    ┣━ ▶ 🎟 13€ adulti
    ┗━ ▶ 🎫 7€ bambini (6-12 anni)

    Percorso “Raccontami il Castello” che comprende: Accesso al Parco, alle collezioni del Castello, visita guidata e accesso alla mostra. La visita guidata del Castello è alle 15:00 (ESAURITO) – 16:00 – 16:30 (ESAURITO).
    ┣━ ▶ 🎟 15€ adulti
    ┗━ ▶ 🎫 8€ bambini (6-12 anni)

    Dettagli: Solo per chi sceglierà il percorso “Raccontami il Castello” sarà possibile visitare eccezionalmente le antiche prigioni del Castello (trasformate in parte in cantine nel 1800) e vedere una copia originale del “Malleus Maleficarum”, il “Martello delle Streghe”, il primo trattato in latino, edito dal frate domenicano Heinrich Kramer con la collaborazione del confratello Jacob Sprenger nel 1487, con lo scopo di reprimere in Germania l’eresia, il paganesimo e la stregoneria. Diffusosi poi in tutta Europa.

    Prenotazione consigliata. Visite guidate a numero chiuso. La visita alla mostra è automa senza guida.

  • 13
    13/11/2022

    Mostra: Antichi strumenti di Tortura e Pena di morte

    15:00 -18:00
    13/11/2022

    Il Castello di Piovera in collaborazione con Esposizione Criminologica Nazionale ospita nelle cantine del Castello la mostra “Antichi strumenti di Tortura e Pena di morte”.

    “Dai processi della Santa Inquisizione, ai tormenti delle torture, alla pena capitale: i tribunali medievali punivano con atroci condanne eretici, streghe, colpevoli di blasfemia o malefici.
    La mostra espone testi e documenti originali usati dal Sant’Uffizio nella persecuzione della stregoneria e gli strumenti impiegati per contrastarla.
    Una collezione che espone gogne, maschere dell’infamia, dispositivi di contenzione, un autentico palo della fustigazione e illustra svariate e particolari tecniche di condanna a morte.
    Un percorso che fa riflettere sul concetto di amministrazione della giustizia attraverso i secoli.

    Il percorso della mostra “Antichi strumenti di tortura”  illustrerà le modalità di processo degli antichi tribunali civili ed ecclesiastici e le conseguenti pene comminate a chi riconosciuto colpevole: il tormento della tortura, la carcerazione, la morte.

    Quelli che oggi consideriamo “strumenti di tortura” non erano tali per l’epoca in cui venivano utilizzati, in quanto considerati strumenti per l’amministrazione della giustizia.

    Alcuni di questi sono realmente esistiti e documentati, altri sono invenzioni più tarde, altri ancora fanno tuttora dibattere gli storici sulla loro reale esistenza e utilizzo: la mostra chiarirà questi aspetti attraverso riproduzioni e reperti originali.”

    ⏲ ORARI ⏲

    La mostra sarà visibile dalle ore 14:30 alle ore 18:00 (ultimo ingresso ore 17:30)
    ┣━ ▶ 📅 Domenica 30 Ottobre 2022
    ┣━ ▶ 📅 Lunedì 31 Ottobre 2022
    ┣━ ▶ 📅 Martedì 01 Novembre 2022
    ┣━ ▶ 📅 Domenica 06 Novembre 2022
    ┣━ ▶ 📅 Sabato 12 Novembre 2022
    ┗━ ▶ 📅 Domenica 13 Novembre 2022

    💰 COSTI 💰

    Percorso “Tra Cultura e Natura” che comprende: Accesso al Parco e alla mostra
    ┣━ ▶ 🎟 8€ adulti
    ┗━ ▶ 🎫 4€ bambini (6-12 anni)

    Percorso “Viaggio nel Tempo” che comprende: Accesso al Parco, alle collezioni del Castello e alla mostra
    ┣━ ▶ 🎟 13€ adulti
    ┗━ ▶ 🎫 7€ bambini (6-12 anni)

    Percorso “Raccontami il Castello” che comprende: Accesso al Parco, alle collezioni del Castello, visita guidata e accesso alla mostra. La visita guidata del Castello è alle 15:00 (ESAURITO) – 15:30 (ESAURITO) – 16:00 – 16:30.
    ┣━ ▶ 🎟 15€ adulti
    ┗━ ▶ 🎫 8€ bambini (6-12 anni)

    Dettagli: Solo per chi sceglierà il percorso “Raccontami il Castello” sarà possibile visitare eccezionalmente le antiche prigioni del Castello (trasformate in parte in cantine nel 1800) e vedere una copia originale del “Malleus Maleficarum”, il “Martello delle Streghe”, il primo trattato in latino, edito dal frate domenicano Heinrich Kramer con la collaborazione del confratello Jacob Sprenger nel 1487, con lo scopo di reprimere in Germania l’eresia, il paganesimo e la stregoneria. Diffusosi poi in tutta Europa.

    Prenotazione consigliata. Visite guidate a numero chiuso. La visita alla mostra è automa senza guida.

  • 19
    19/11/2022

    Mostra: Antichi strumenti di Tortura e Pena di morte

    15:00 -18:00
    19/11/2022

    PROROGATA FINO AL 20/11/2022

    Il Castello di Piovera in collaborazione con Esposizione Criminologica Nazionale ospita nelle cantine del Castello la mostra “Antichi strumenti di Tortura e Pena di morte”.

    “Dai processi della Santa Inquisizione, ai tormenti delle torture, alla pena capitale: i tribunali medievali punivano con atroci condanne eretici, streghe, colpevoli di blasfemia o malefici.
    La mostra espone testi e documenti originali usati dal Sant’Uffizio nella persecuzione della stregoneria e gli strumenti impiegati per contrastarla.
    Una collezione che espone gogne, maschere dell’infamia, dispositivi di contenzione, un autentico palo della fustigazione e illustra svariate e particolari tecniche di condanna a morte.
    Un percorso che fa riflettere sul concetto di amministrazione della giustizia attraverso i secoli.

    Il percorso della mostra “Antichi strumenti di tortura”  illustrerà le modalità di processo degli antichi tribunali civili ed ecclesiastici e le conseguenti pene comminate a chi riconosciuto colpevole: il tormento della tortura, la carcerazione, la morte.

    Quelli che oggi consideriamo “strumenti di tortura” non erano tali per l’epoca in cui venivano utilizzati, in quanto considerati strumenti per l’amministrazione della giustizia.

    Alcuni di questi sono realmente esistiti e documentati, altri sono invenzioni più tarde, altri ancora fanno tuttora dibattere gli storici sulla loro reale esistenza e utilizzo: la mostra chiarirà questi aspetti attraverso riproduzioni e reperti originali.”

    ⏲ ORARI ⏲

    La mostra sarà visibile dalle ore 14:30 alle ore 18:00 (ultimo ingresso ore 17:30)
    ┣━ ▶ 📅 Domenica 30 Ottobre 2022
    ┣━ ▶ 📅 Lunedì 31 Ottobre 2022
    ┣━ ▶ 📅 Martedì 01 Novembre 2022
    ┣━ ▶ 📅 Domenica 06 Novembre 2022
    ┣━ ▶ 📅 Sabato 12 Novembre 2022
    ┗━ ▶ 📅 Domenica 13 Novembre 2022

    ┣━ ▶ 📅 Sabato 19 Novembre 2022
    ┗━ ▶ 📅 Domenica 20 Novembre 2022

    💰 COSTI 💰

    Percorso “Tra Cultura e Natura” che comprende: Accesso al Parco e alla mostra
    ┣━ ▶ 🎟 8€ adulti
    ┗━ ▶ 🎫 4€ bambini (6-12 anni)

    Percorso “Viaggio nel Tempo” che comprende: Accesso al Parco, alle collezioni del Castello e alla mostra
    ┣━ ▶ 🎟 13€ adulti
    ┗━ ▶ 🎫 7€ bambini (6-12 anni)

    Percorso “Raccontami il Castello” che comprende: Accesso al Parco, alle collezioni del Castello, visita guidata e accesso alla mostra. La visita guidata del Castello è alle 15:00 e 16:30.
    ┣━ ▶ 🎟 15€ adulti
    ┗━ ▶ 🎫 8€ bambini (6-12 anni)

    Dettagli: Solo per chi sceglierà il percorso “Raccontami il Castello” sarà possibile visitare eccezionalmente le antiche prigioni del Castello (trasformate in parte in cantine nel 1800) e vedere una copia originale del “Malleus Maleficarum”, il “Martello delle Streghe”, il primo trattato in latino, edito dal frate domenicano Heinrich Kramer con la collaborazione del confratello Jacob Sprenger nel 1487, con lo scopo di reprimere in Germania l’eresia, il paganesimo e la stregoneria. Diffusosi poi in tutta Europa.

    Prenotazione consigliata. Visite guidate a numero chiuso. La visita alla mostra è automa senza guida.

Restiamo in contatto

Vuoi rimanere informato su tutti i nostri eventi? Inviaci la tua e-mail (controlla di aver inserito correttamente l’indirizzo e-mail) e iscriviti alla nostra newsletter periodica:

SEZIONI PRINCIPALI

PERCORSI DI VISITA

EVENTI E ATTIVITA’

MATRIMONI E LOCATION

L‘ARTE DI NICCOLO’ CALVI

CHI SIAMO

Il Conte Niccolò Calvi di Bergolo, la moglie Annamaria e il figlio Alessandro gestiscono il Castello dal 1967, quando il Conte lo acquistò dai cugini Doria – Odescalchi ultimi eredi dei Balbi.
L’impegno del Conte e della sua famiglia è quello di promuovere l’antico e nobile significato del Castello di Piovera che è patrimonio della nostra cultura.

I conti Calvi di Bergolo
  • Cosa facciamo

    Sono 50 anni che la famiglia opera all’interno della proprietà con impegno e idee, supportata da un gruppo di volontari che l’aiuta nella realizzazione degli eventi.

  • Come lo facciamo

    Il Castello è gestito personalmente dalla famiglia Calvi di Bergolo. A differenza di altri, il Castello Balbi di Piovera conserva tutta la sua storia: sia la facciata esterna, apparentemente delabrée, che gli interni, sono testimonianza viva del trascorrere del tempo. (Si parla in questo caso di restauro conservativo, che permette di vedere su una stessa facciata diversi stili e strati di intonaco a dimostrazione delle diverse epoche storiche.) Le visite guidate sono effettuate direttamente dal proprietario con l’ausilio di guide esperte. “In quello che facciamo mettiamo il cuore”.  Nel Castello si respira sempre un’aria familiare.

  • La nostra mission

    Trasformare il castello in un «bene faro» per illuminare tutte le realtà culturali e storiche, territorialmente vicine, creando «rete».