Visita il Castello: i 3 Percorsi di visita

Percorsi di visita

storia arte natura in Piemonte

PERCORSI DI VISITA

Ogni castello ha i suoi prodigi

“Spifferi d’aria da una vecchia finestra o freddi soffi di un’energia inspiegabile?
Voraci roditori o presenze invisibili?
Scricchiolii e tonfi, luci e ombre…suoni e visioni…
Secoli di vita che stentano a farsi dimenticare”

Percorso 1 – Tra Cultura e Natura

Un percorso di visita libera (senza guida) tra la rigogliosa natura del Parco e le tradizioni più antiche della tenuta agricola.
L’itinerario comprende: Parco biologico, Museo degli antichi mestieri, Padiglione delle radici, Sala delle carrozze e Antiche scuderie, Atelier del conte Niccolò Calvi di Bergolo, Cantine storiche.

Si estende su 20 ettari tra centinaia di specie diverse di alberi e di animali tipici di questo habitat.

Custodisce migliaia di attrezzi e utensili legati ai tradizionali mestieri maschili e femminili.

Conserva una collezione di radici unica al mondo raccolte da Niccolò Calvi di Bergolo e dal suocero Giuseppe Orsini.

L’antico riparo per carrozze, calessi, carri e cavalli è oggi uno spazio espositivo polifunzionale.

Un fienile dismesso trasformato in spazio artistico dove il Conte crea la sua arte e conduce i suoi laboratori.

Le antiche prigioni nel ’700 divennero cantine per la produzione e l’invecchiamento del Vino di Piovera.

Percorso 2 – Viaggio nel Tempo

E’ un percorso di visita libera (senza guida) che parte dall’area al piano terra del Castello dedicata all’antico tenimento agricolo e prosegue attraverso le collezioni dislocate su parte del primo piano e l’intero secondo piano della dimora. Il Castello di Piovera è custode della storia e della memoria del territorio. Come tale, si è trasformato nei secoli in un grande “forziere” di tesori preziosi. Che siano oggetti lasciati dai marchesi Balbi o collezionati dalla famiglia Calvi di Bergolo (attuali proprietari), sarete letteralmente catapultati in un viaggio negli infiniti mondi della creatività di Madre Natura o dell’essere umano, dai fossili alle invenzioni moderne, dalla musica a leggendarie esplorazioni di terre sconosciute, fino agli attuali confini dell’arte contemporanea. La dimora cela fra le sue mura il portale di accesso verso altre dimensioni temporali: venite ad aprire questo varco e a scoprire ciò che ha cambiato il mondo e la vita dell’uomo per sempre.

Questo secondo percorso include l’accesso libero anche alle aree del primo percorso: le Cantine storiche, il Parco biologico, il Museo degli antichi mestieri, il Padiglione delle radici, la Sala delle carrozze e le Antiche scuderie, l’Atelier del conte Niccolò Calvi di Bergolo.

Percorso 3 – Raccontami il Castello

Il percorso comprende una visita guidata dal nostro staff che vi darà l’opportunità scoprire la storia del Castello attraverso il piano terra e il primo piano (o piano nobile) con salita finale alla torre: partendo dalle antiche cucine e dagli ambienti di servizio, vi inoltrerete tra le innumerevoli stanze della dimora fino alle raffinate camere da letto e ai saloni di rappresentanza più sontuosi. Tra arredi, decorazioni, oggetti, costumi d’epoca e tante curiosità, vivrete in prima persona l’eco di grandi fatti e personaggi storici, dai Visconti a Napoleone, che qui a Piovera si sono intrecciati nel corso dei secoli alla vita quotidiana di antichi feudatari e nobili famiglie, quali i marchesi Balbi di Genova, fino agli attuali proprietari, i conti Calvi di Bergolo.

Questo terzo percorso include anche i precedenti, cioè la visita libera (senza guida) di tutti gli altri spazi interni ed esterni tra suggestioni culturali e naturalistiche di sorprendente ricchezza: le collezioni del Castello tra primo e secondo piano, le Cantine storiche, il Parco biologico, il Museo degli antichi mestieri, il Padiglione delle radici, la Sala delle carrozze e le Antiche scuderie, l’Atelier del conte Niccolò Calvi di Bergolo.

Contatta lo staff del Castello

Vuoi chiedere informazioni sulle visite al Castello di Piovera? Compila il modulo sottostante indicando la tua richiesta (controlla di aver inserito correttamente l’indirizzo e-mail):

Percorsi esperienziali all'interno del Castello